“Una luce brilla aldilà di tutte le cose che sono sulla terra, aldilà di noi tutti, aldilà dei cieli, aldilà dei più alti, davvero dei cieli più alti; è la Luce che brilla nel nostro cuore.” (Chandogya Upanishad).

“C’è la strada della gioia e quella del piacere. Entrambe attirano l’anima. Chi segue la prima arriva al bene; chi segue il piacere non raggiunge la Fine.” (Katha Upanishad).

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

Lo YOGA è una disciplina senza tempo, antichissima eppure attuale, che si occupa del benessere fisico, emotivo, mentale e spirituale dell’essere umano. Estremamente pratico ed allo stesso tempo profondamente filosofico, lo Yoga apre orizzonti nuovi ed aiuta a cambiare punto di vista sul mondo e sulla vita. Gli esercizi fisici, guidati dalla respirazione, assumono un ritmo che si riflette sull’attività mentale; essi sono il corpo centrale della lezione, aperta dal canto dell’Om e conclusa da tecniche di rilassamento o dalla Meditazione.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

I movimenti e posture (Krya ed Asana), coordinati alla respirazione, servono anche ad ottenere una buona forma fisica ed a mantenerla a lungo, sciogliendo e rinforzando le articolazioni, migliorando la mobilità della colonna vertebrale, correggendo la postura e potenziando il flusso sanguigno in ogni regione del corpo.yoga a palermo, corsi di yoga a palermo, corso yoga a palermo

Con lo Yoga tutti i muscoli, anche quelli interni, sono stimolati a raggiungere rapidamente sia il tono sia il rilassamento. La pratica costante di queste sequenze rende coscienti della condizione in cui si trova il proprio corpo e quando si diviene coscienti si ha la possibilità di rimediare a posture sbagliate che portano, nel tempo, a patologie della colonna vertebrale.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

La respirazione (Pranayama Yoga). Oltre ad avere la funzione di portare ossigeno a tutto il corpo in quantità più abbondante, elimina l’anidride carbonica in maniera più efficace, contribuendo a ristabilire l’equilibrio acido basico.yoga a palermo, corsi di yoga a palermo, corso yoga a palermo, lezioni yoga a palermo

Gli esercizi di respirazione si integrano con i movimenti fisici, le posture e le tecniche di concentrazione per armonizzare tutte le funzioni fisiche e psichiche.yoga a palermo, corsi di yoga a palermo, corso yoga a palermo, lezioni yoga a palermo

Il maggiore controllo della respirazione aiuta a mantenere uno stato emotivo equilibrato. Il Pranayama (letteralmente “disciplina del Prana”) rinforza i campi magnetici del corpo nel suo complesso, dei singoli organi, delle ghiandole endocrine e del sistema nervoso.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

Le numerose tecniche Yoga di concentrazione e meditazione (Dharana, Dhyana) costituiscono un allenamento mentale complesso. Le capacità di visualizzare e d’immaginare sono utilizzate per migliorare il rilassamento e la concentrazione.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

Obiettivo dello Yoga non è l’abbandonarsi alla non azione ma divenire capaci di agire in armonia con l’universo, senza caricarsi di inutili tensioni.

Lo Yoga è una pratica efficace contro i danni dello stress ma è soprattutto un percorso per esplorare le proprie capacità e potenzialità, per espandere i confini della propria coscienza, fino a sentirsi uno con l’universo.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

In funzione dell’andamento dei corsi si studieranno principi e metodi per un’alimentazione equilibrata. Alle sedute si partecipa a piedi nudi e con un abbigliamento molto comodo. Si consiglia l’uso di una copertina personale per coprirsi durante gli esercizi di rilassamento.

yoga, yoga a palermo, corsi di yoga a palermo

Introduzione al Maha Yoga Pranayama.

Lo Yoga, antica disciplina orientale, si occupa del miglioramento dell’essere umano nella sua totalità. La respirazione è certamente una pratica centrale nella disciplina dello Yoga. In particolare una tecnica base, senza aver imparato la quale non vale la pena apprendere le altre, si chiama maha yoga pranayama. Questa tecnica consiste nell’utilizzare per intero i polmoni.

Per lo Yoga i polmoni si dividono in tre regioni: la parte bassa: dalla punta inferiore dello sterno fino a dove finiscono in basso le costole, poi la parte media: la porzione intermedia del torace, (il “petto”) e la parte alta: gli apici dei polmoni sotto le clavicole.

Si procede in questo modo: inizialmente si espelle dal naso tutta l’aria che c’è nei polmoni (dobbiamo essere sicuri di far ciò il più completamente possibile, meno completa è la espirazione meno completa sarà l’inspirazione), poi si comincia ad inspirare, sempre dal naso, colmando la parte bassa, poi la parte media poi la parte alta. Per espirare (ancora dal naso) cominciamo a vuotare la parte bassa, poi la media ed infine quella alta.

Le tre regioni dei polmoni dovrebbero espandersi nelle tre direzioni dello spazio, come si espande un palloncino quando lo gonfiamo; questo è importante specificarlo perché l’abitudine respiratoria della stragrande maggioranza degli individui contempla l’uso solo di una o due delle tre regioni ed anche l’espansione prevalente è solo in avanti o, al massimo verso i lati della gabbia toracica. Riprendere coscienza della propria respirazione ci permette, fra le altre cose, di mantenere vitali e puliti cellule, tessuti, e strutture dei nostri organi per respirare.

La respirazione è una funzione particolare del nostro essere, è involontaria ma in parte dipendente dalla nostra volontà, è legata alla nostra condizione fisica ma anche a quella emotiva e mentale. La respirazione è uno scambio continuo, una comunicazione continua che noi intratteniamo con tutta la natura. con tutto l’universo. La respirazione è una chiave essenziale per vivere compiutamente la nostra vita.